Articoli

QUANDO IL DUBBIO DIVENTA PATOLOGICO

Ossessioni cura Psicologa Prato

Ogni persona nel corso della propria vita è portata a porsi interrogativi o dubbi, questo oltre ad essere un tratto essenziale della nostra natura è anche il modo con cui gestiamo la realtà e progrediamo nelle nostre abilità. Il dubbio è sicuramente indice di una mente duttile e riflessiva, ciò che fa la differenza, però, è la modalità con cui ci poniamo dubbi e domande e quella con cui cerchiamo le risposte.

Quando dubbi e domande invadono intere giornate e talvolta sconfinano anche nelle nottate, divenendo una presenza angosciante e soffocante, allora qualcosa non va, infatti il pensare troppo e in maniera scorretta spesso può creare dei problemi.

LA GELOSIA PATOLOGICA NELLA RELAZIONE DI COPPIA

gelosia patologicaLa gelosia è uno stato emotivo che ogni persona nel corso della propria vita ha sperimentato o sperimenta. L’inquietudine che porta con sé nasce dal timore di poter perdere l’oggetto d’amore o dall’idea di non riuscire ad ottenere colui o colei che tanto si desidera. Quando la gelosia si manifesta rimanendo all’interno di certi confini è per definizione sana, infatti, permette di mantenere alto l’interesse e l’attenzione nei confronti dell’altro facendogli sentire l’amore provato,  la voglia di non perderlo o di conquistarlo.

Quando, invece, il partner geloso mette in atto un controllo continuo e invalidante, ritenendo l’altro una sua proprietà, al punto da ostacolarne il benessere personale allora, possiamo parlare di gelosia patologica. 

Binge eating: digiunare e abbuffarsi!

Binge-eating-disorder- Vomito

Binge eating o meglio conosciuto come Disturbo da Alimentazione Incontrollata è un disturbo del comportamento alimentare, e si presenta come una variante poco diffusa della bulimia nervosa. Questo disturbo è connotato dall’alternarsi di periodi di abbuffate e di intensa trasgressione, in cui la persona si abbandona senza alcuna misura al piacere del cibo, e di lunghi periodi di digiuno o di eccessiva restrizione.
 
 

LA LOTTA TRA MENTE E CORPO: LA PAURA DI FARSELA ADDOSSO

paura  di farsela addossoLa paura di farsela addosso è una paura che può apparire bizzarra, ma che è tanto conosciuta nel mondo della psicologia. Chi vive con questa paura, durante l’arco della giornata, sperimenta un’ansia costante determinata dal pensiero fisso di dover correre in bagno a causa di un improvviso mal di pancia. L’ossessiva preoccupazione e paura rispetto all’eventualità di dover andare in bagno, quando non potrebbe essere possibile, generano, poi, una forte angoscia che spesso si esprime attraverso somatizzazioni.

 

SUPERARE LA PAURA DI GUIDARE

superare la paura di guidare psicologo pratoLa paura di guidare l’automobile, detta anche amaxofobia (dal greco antico amaxos, "carro"), colpisce moltissime persone in maniera improvvisa e invalidante. Le cause che portano a sviluppare questo tipo di fobia sono diverse, ma non sempre lo sono le modalità di reazione che la persona attua.

A livello fisico chi ha paura di guidare l’auto spesso sperimenta forti attacchi d’ansia fino ad arrivare ad avere veri e propri attacchi di panico, con sintomi come palpitazioni o accelerazioni del battito cardiaco (tachicardia), tremori, sudorazione eccessiva, sensazione di soffocamento.

BAMBINI CAPRICCIOSI? COME GESTIRLI?

educare i figliI capricci dei bambini mettono spesso a dura prova gli adulti, soprattutto di fronte a reazioni che vengono percepite come anomale o non adeguate alla situazione e così attivano nei grandi reazioni, ugualmente, impulsive e irrazionali dettate da un senso di frustrazione e di incapacità.

La comparsa dei capricci solitamente è intorno ai due-tre anni di vita, infatti, è in questa fase che i bambini sono fortemente centrati sul proprio io, sui propri desideri e bisogni, e questo fa si che essi percepiscano il loro punto di vista come l’unico possibile. Tali comportamenti bizzarri sono, quindi, la manifestazione di una difficoltà che altrimenti non saprebbero come esprimere e questo diventa chiaro se riflettiamo sul fatto che non esiste nessun bambino che metta in atto un capriccio quando si trova da solo: i capricci si strutturano sempre in presenza di un adulto.

SUPERARE LA PAURA DI PARLARE IN PUBBLICO

La paura di parlare in pubblico è una delle fobie più diffuse. Esporsi per la maggior parte delle persone non è semplice e questo diviene ancor più vero se lo si fa raramente.

Ma cosa spaventa paura di parlare in pubblicochi prova questa fobia? Principalmente la paura di perdere il controllo e di essere giudicato negativamente dagli altri, ma anche il timore di stare male, di bloccarsi durante la performance facendo una brutta figura.

 

SPECCHIO, SPECCHIO DELLE MIE BRAME...

Un disturbo sempre più in aumento e volente o dolente riconducibile ai modelli perfezionistici che la nostra società continua a proporre è la dismorfofobia. Tale termine deriva dal greco (dis- morphè: forma distorta; phobos: timore) e letteralmente è la fobia che scaturisce da una visione distorta del proprio aspetto esteriore.

LA TIRANNIA DELL'ASSURDO: IL DOC

Il disturbo ossessivo compulsivo (DOC) è un disturbo d’ansia caratterizzato dalla presenza di ossessioni e compulsioni, esso può manifestarsi sia nell’infanzia che nell’età adulta. È fra le patologie della mente e del comportamento una delle più gravi e invalidanti, in quanto, progressivamente, ostacola lo svolgersi della quotidianità.

Il DSM-IV-TR sottolinea come alla base di tale disturbo ci sia un bisogno irrefrenabile di avere il controllo della realtà, che si esprime attraverso azioni o pensieri rituali che hanno lo scopo di rassicurare la persona su ciò che può accadere o su ciò che è accaduto.

Pagine