SUPERARE LA PAURA DI PARLARE IN PUBBLICO

La paura di parlare in pubblico è una delle fobie più diffuse. Esporsi per la maggior parte delle persone non è semplice e questo diviene ancor più vero se lo si fa raramente.

Ma cosa spaventa chi prova questa fobia? Principalmente la paura di perdere il controllo e di essere giudicato negativamente dagli altri, ma anche il timore di stare male, di bloccarsi durante la performance facendo una brutta figura.

Accade che la persona sperimenta  una forma di ansia da prestazione e in relazione a questa vive con forte preoccupazione il fatto che gli altri possano accorgersi del disagio e delle emozioni provate, e quindi per proteggersi mette in atto delle strategie che si rivelano fallimentari, prima fra tutte l’evitare di esporsi o lottare contro l’ansia stessa, che portano poi, in alcuni casi, al cronicizzarsi della situazione.

Chi ha paura di parlare in pubblico arriva spesso a sperimentare dei veri e propri attacchi di panico in relazione all’esposizione, manifestando sensazioni come tremore della voce e degli arti, tachicardia, aumento della sudorazione, difficoltà a respirare.

A questo punto, in via del tutto generale, in relazione a quanto detto e per comprendere meglio cosa accade alla persona che vive questo problema possiamo parlare di due tipologie di paure:

-in alcuni, infatti, prevale la paura del giudizio degli altri che si esprime in “Che impressione darò a chi mi ascolta”, o “Cosa penseranno?", o ancora “E se mi giudicheranno negativamente?”.  Il giudizio degli altri per la maggior parte delle persone è importante, solo che chi teme di parlare in pubblico finisce per perdersi in questi pensieri che non faranno altro che aumentare lo stato ansioso, rendendo la persona sempre meno capace.

-in altri, invece, prevale la paura di perdere il controllo e quindi la paura di stare male e di fare cose di cui potrebbe vergognarsi. Questa paura si manifesta con il terrore di bloccarsi, di non ricordare ciò che si vorrebbe esporre, di non parlare in maniera corretta, di arrossire, di sudare oltremodo, di svenire, ecc…  In funzione di questa paura, così come avviene per gli attacchi di panico, la persona mette in atto un tentativo di controllo delle proprie sensazione che porta, poi, a perdere ancor di più il tanto desiderato controllo.

QUALI STRATEGIE POSSONO ESSERE DI AIUTO PER SUPERARE LA PAURA DI ESPORSI IN PUBBLICO?

-Prepararsi al meglio sull’argomento da trattare

-Evitare di imparare a memoria

-Non correre durante l’esposizione, più si parla velocemente per la fretta di finire più il livello di ansia cresce in maniera proporzionale

-Non combattere la paura, gli sforzi fatti non fanno altro che aumentarla

-Fare fluttuare lo sguardo, così da coinvolgere il più possibile la platea

-E se proprio l’ansia da prestazione non tende a sparire, prima di iniziare, utile è attuare una curiosa strategia per farla scendere rapidamente: confessate la vostra difficoltà. Come? Prima di cominciare a parlare, se l’ansia è oltremodo ingestibile, scusatevi in anticipo, così facendo la paura si trasformerà in coraggio e la performance non sarà intaccata.

Per imparare ad usare e a far proprie tecniche di intervento paradossali volte ad apprendere come esasperare la paura con l’obiettivo di ridurla e per acquisire un migliore sicurezza di sé utile diventa rivolgersi ad un professionista. La terapia breve strategica grazie alla formulazione di protocolli di trattamento permette di superare la paura di parlare in pubblico e agire differentemente.

 

“Il più grande sbaglio nella vita è quello di avere sempre paura di sbagliare”. Elbert Hubbard

 

Dott.ssa Valentina Guarasci – Psicologa online