psicologa versilia

SPECCHIO, SPECCHIO DELLE MIE BRAME...

Un disturbo sempre più in aumento e volente o dolente riconducibile ai modelli perfezionistici che la nostra società continua a proporre è la dismorfofobia. Tale termine deriva dal greco (dis- morphè: forma distorta; phobos: timore) e letteralmente è la fobia che scaturisce da una visione distorta del proprio aspetto esteriore.

ALL'ASILO CON GIOIA

L’ambiente scolastico è per definizione il principale luogo di socializzazione, di confronto e dunque di crescita; è al suo interno che i bambini imparano, ancor di più, a relazionarsi, a cooperare ed a istaurare dei rapporti affettivi con i pari. Il momento dell’inserimento all’asilo però è per molti bambini e per le loro famiglie l’inizio di una nuova avventura che, per quanto emozionante, spesso viene vissuta come un viaggio verso l’ignoto.

Da questa premessa risulta facilmente comprensibile come l’inserimento rappresenti un momento delicato a cui prestare attenzione, perché in questa fase di distacco è del tutto naturale che i genitori possano manifestare dubbi e preoccupazioni. Fondamentale diventa saperli gestire al meglio.

L’OSSESSIVA RICERCA DEL CORPO PERFETTO: LA VIGORESSIA

Sempre più riviste propongono e incoraggiano un modello di uomo dal corpo tonico e muscoloso, per questo la cura del corpo e l’allenamento in palestra per molti diviene l’unico modo possibile per poter essere sempre giovani e belli e per poter sconfiggere il tempo che passa.

I BAMBINI E LA PAURA: quali strategie adottare per aiutarli?

Il mondo di un bambino è pieno di paure reali o immaginarie che a volte gli adulti dimenticano di aver sperimentato. La paura del buio, dei mostri, del dottore, della sabbia, del mare, dei rumori, dell'asilo, del water, dello sporco e così via… sono solo alcune della lunga lista di paure che possono presentarsi, in alcuni periodi, nella vita dei più piccoli.

La maggior parte delle paure infantili sono normali, temporanee e solitamente facilmente superabili, fanno parte del processo di crescita e per questo non rappresentano niente di patologico.

SEPARAZIONE? TUTELIAMO I FIGLI

I motivi che spingono una coppia a separarsi possono essere vari e, nonostante gli sforzi fatti, questa decisione  ha un’influenza considerevole sui figli.

La separazione dei genitori rappresenta un evento stressante da fronteggiare, poiché determina un cambiamento all’interno del sistema di riferimento; tale cambiamento è nella maggior parte dei casi vissuto come doloroso, ma ci sono anche situazioni in cui la separazione può portare, addirittura, effetti benefici per i singoli individui.

 

QUANDO LO SHOPPING DIVENTA UN PROBLEMA: la sindrome da acquisto compulsivo

Socrate, già in tempi non sospetti, affermava: “Se guardate tutto ciò che viene messo in vendita, scoprirete di quante cose potete fare a meno”, eppure nonostante ciò acquistare è un comportamento che gratifica, al punto tale che alcune persone non riescono a farne a meno.

Complice il consumismo che domina la nostra società, comprare cose per sé e per gli altri è divenuta sempre più un’attività quotidiana, ma, come per ogni attività, l’eccessiva reiterazione di un dato comportamento può diventare un problema.

Fare shopping se entro un certo limite può far bene, in quanto permette di interagire con gli altri e di attivarsi nel prendersi cura di se stessi, oltre una certa soglia può diventare una vera e propria dipendenza. ­

ADDIO STRESS

Stress è un parola molto usata nel nostro linguaggio quotidiano per riferirsi a condizioni differenti, ad esempio: al nervosismo, al malumore, all’arrabbiatura, ecc.

Ma qual è il suo vero significato?

Tale parola non ha di per sé nessuna connotazione negativa o positiva,  indica semplicemente lo sforzo che un organismo fa per cercare di adattarsi all'ambiente in cui vive.

Ed in tal senso, potremmo dire che la nostra vita è basata proprio su questi continui aggiustamenti, che ognuno mette in atto, spesso, senza accorgersene.

Lo stress quindi fa parte della nostra vita un po’come la paura e senza di esso non potremmo vivere, perché è la spinta che ci permette di affrontare situazioni problematiche o pericolose; ma quando è eccessivo può far danni sia a livello fisico che mentale.

IL PASSATO CHE INTRAPPOLA: il Disturbo Post-Traumatico da Stress

Alcuni eventi sono talmente forti da sostenere da creare una netta demarcazione tra ciò che è stato e tra ciò che sarà. Quando la persona diventa prigioniera del passato, che vive costantemente nel presente, sentimenti quali dolore e rabbia pervadono la mente assieme a pensieri, immagini e flashback dell’evento traumatico che spesso appaiono in maniera improvvisa portando con se sensazioni negative.